I 14 elementi da utilizzare nella pagina prodotto di un e-commerce

Gli e-commerce sono diventati i luoghi più frequentati per chi deve acquistare un prodotto. Scopri in che modo puoi rendere sicuri i tuoi clienti

Condividi

Gli e-commerce sono ormai diventati i luoghi più “frequentati” da chiunque ha bisogno di acquistare un prodotto; se fino a qualche anno fa questi shop online erano quasi esclusivamente utilizzati per l’abbigliamento, oggi, con la nascita di colossi come Amazon, è possibile acquistare davvero di tutto, dall’elettronica fino ad arrivare al cibo.

La sempre maggiore predominanza acquisita dagli e-commerce ha portato anche a modificare il modo con il quale, tradizionalmente, veniva presentato un prodotto agli utenti; ci sono, infatti, alcuni elementi che non possono mancare nella pagina prodotto di un e-commerce, dettagli che si rivelano decisivi al fine di raggiungere quello che è l’obiettivo principale: far si che il cliente acquisti sentendosi pienamente sicuro. (leggi anche www.4mancons.it/it/come-realizzare-un-e-commerce-di-successo/).

Per cominciare, il nome del prodotto va utilizzato come titolo della pagina (in linguaggio SEO è l’H1), deve essere esemplificativo e mettere subito in risalto la parola chiave, per far capire immediatamente all’utente di cosa si sta parlando. Lo stesso discorso vale per le immagini, le quali devono essere ottimizzate a livello SEO e presentare il prodotto in tutte le sue componenti, magari mostrandolo in un ambiente che ne metta in risalto le modalità d’uso. Molto importante è il pulsante Aggiungi al carrello (ormai standardizzato nella posizione in alto a destra), che dev’essere subito visibile, con un colore che lo metta in risalto, ma non in contrasto, con il resto della pagina prodotto. Per aumentarne l’efficacia, è bene posizionare tutti gli altri pulsanti in diverse parti del testo, realizzandoli in dimensioni più piccole.

Il prezzo del prodotto deve comparire vicino al tasto Aggiungi al carrello, visibile ed espresso in maniera chiara, senza la possibilità di creare qualche fraintendimento (ad esempio, se il prezzo include o meno l’IVA). La disponibilità del prodotto dev’essere anch’essa esposta in maniera chiara, con la possibilità, nel caso in cui l’e-commerce sia legato ad un negozio fisico, di invitare l’utente a visitare quello più vicino a lui per verificare la presenza o meno del prodotto stesso. Anche i metodi di pagamento del prodotto devono essere chiari fin da subito, perchè è quello il momento più critico per l’utente, il quale non deve avere alcun pretesto per un ripensamento; è possibile utilizzare dei loghi per mostrare i diversi metodi di pagamento in modo esaustivo.

Costi e tempi di spedizione del prodotto devono essere precisi, al fine di evitare spiacevoli sorprese, mentre un elemento che da valore al prodotto e al servizio è la politica del reso, che infonde sicurezza nel compratore; esplicitare tutta la policy, in una pagina prodotto, non è possibile, per questo basta segnalare gli elementi più importanti e rinviare, con un link, alle altre parti del sito dove sono presenti degli approfondimenti. La descrizione del prodotto deve essere quanto più personalizzata possibile, non solo per il SEO, ma anche per mostrare interesse, da parte di chi gestisce l’e-commerce, in ciò che vende, nonché conoscenze del prodotto e apertura verso il cliente. Una descrizione bella ed accurata è sicuramente un valore aggiunto.

Ogni prodotto, inoltre, deve essere accompagnato da una scheda contenente i dettagli tecnici, che sicuramente aiuteranno l’utente nella scelta finale. Per un e-commerce di abbigliamento, invece, è importante fornire una guida alle taglie, perchè non tutti gli abiti ed i tessuti hanno la stessa   vestibilità, in modo da fornire un ulteriore supporto alla vendita ed evitare resi; per lo stesso motivo è bene indicare, nella stessa pagina del prodotto, la presenza di altri colori.

I contenuti forniti dagli utenti (voti, commenti ecc…) non sono da sottovalutare, anzi, rappresentano un’importante risorsa per il SEO, perchè differenziano il sito da quello degli altri competitor, in più servono ad aumentare la quantità di testo. Chi acquista ha interesse nel conoscere l’opinione di chi lo ha già fatto per decidere, o meno, se vale la pena portare a termine la transazione, perciò è bene inserire un filtro nei commenti (per nascondere quelli negativi) o dare la possibilità di votare le recensioni più utili. Infine, la Lista dei Desideri, un’arma di marketing molto potente, perchè permette di tenere d’occhio i gusti degli utenti, di creare delle offerte apposite per loro e avere dei ritorni assicurati sul sito. Non utilizzare uno strumento del genere vuol dire correre il rischio di perdere una grossa fetta di mercato.

L’e-commerce è la nuova frontiera della vendita, un mondo nuovo nel quale c’è bisogno di affidarsi a veri professionisti del settore per ottenere risultati: la 4 M.A.N Consulting, la società di consulenza aziendale fondata dal dott. Roberto Castaldo.

Vieni a conoscere le aree di business nelle quali operiamo e contattaci alla pagina www.4mancons.it/it/contatti/.

Commenta
Condividi