Cos’è il management?

Il management è quell’entità che crea e sostiene un’organizzazione. Senza un buon management e manager qualsiasi azienda si troverebbe in grande difficoltà.

Condividi

Il management altro non è se non quell’“entità” che crea e sostiene un’organizzazione. Senza un buon management qualsiasi azienda si troverebbe in grande difficoltà. Il problema, però, è che in fatto di leadership c’è davvero tantissimo da imparare. Oltre, quindi, ad una formazione continua, ci sono almeno 10 punti che i manager dovrebbero ricordare in ogni momento se vogliono davvero essere dei veri leader per organizzazioni di successo.

Senza un piano non si arriva da nessuna parte. Una delle grandi responsabilità del management è proprio quella di pianificare, progettare e imparare a gestire al meglio le situazioni. La capacità di comunicare bene copre diverse sfere: quella dello scrivere, quella del dialogo e quella dell’ascolto. Per potersi considerare davvero dei buoni comunicatori, è importante essere bravi in tutti questi tre campi. Quanti sono i manager che sanno davvero ascoltare? Quante volte si trincerano dietro ai loro monitor mentre la gente sta provando a parlare con loro? Il “recinto” si controlla bene anche stando seduti dietro ad una scrivania .

Ma il lavoro di un manager è quello di ottenere risultati. Se si limiterà a “spegnere l’incendio” ed eviterà di prendere decisioni, non riuscirà mai a far progredire l’organizzazione per cui lavora. Abituarsi a prendere decisioni e prepararsi anche al fatto che ne prenderà qualcuna sbagliata è fondamentale per iniziare davvero a tendere alla leadership. (leggi anche http://www.4mancons.it/it/la-figura-del-leader/).

La paura non deve paralizzare chi è a capo di un gruppo di persone. A tutti noi piace fare alcune cose. Sfortunatamente, come manager, è fin troppo facile adattarsi a compiere attività che appartengono più a questo ruolo. Tutti amano fare le cose che sanno fare meglio e che comportano, per questo, pochi rischi. Se, però, il manager non impara a delegare, è molto probabile che fallirà nella sua missione. E’ compito suo affrontare e risolvere i problemi e offrire ai collaboratori gli strumenti per supportarlo in questo lavoro. Gli altri lo guarderanno aspettando di vederlo fare esattamente questo.

L’assunzione di personale è forse il più grande investimento finanziario che un’organizzazione possa fare. Sono pochi, però, i manager che accettano di prendere parte ai colloqui di selezione delle persone che entreranno a far parte dell’azienda. Il manager deve imparare come condurre un buon colloquio di lavoro e affiancate il personale addestrato a farlo. In questo modo, mettendo il proprio istinto al servizio del recruitment, potrà avere un ottimo feedback, avendo a disposizione validi collaboratori. Un sistema di valutazione delle risorse umane, se ben impostato, può migliorare la motivazione dei collaboratori. Il manager dovrà assicurarsi di aver ben compreso i processi dell’organizzazione in cui lavora, impostare dei validi parametri per la valutazione e condurre gli incontri con i collaboratori in maniera professionale. In questo modo, avrà presto un buon ritorno da parte di chi lavora con lui.

Presto o tardi tutti i manager si scontrano con una persona che sembra non “funzionare”. Molti ignorano i segnali ma, agendo in questo modo, non faranno altro che aprire la strada a nuovi problemi. Affrontare da subito la cosa, parlare con la persona, dire cosa ci si aspetta da lei, dare un feedback sul suo modo di lavorare, invece, porta degli indubbi vantaggi. Un vero leader si assicurerà sempre di far ben capire all’interessato che il suo comportamento non è in linea con le attese da parte dell’azienda e lo aiuterà a migliorare.

E‘ il manager il responsabile del raggiungimento dei risultati. E’ lui che dovrà spingere le persone a raggiungerli, mantenendole sempre motivate, anche se è difficile. E’ la base per riuscire. Si può partire da cosa semplici come l’uso del “grazie”, così tanto bistrattato negli ultimi anni. Bisogna imparare ad usare un atteggiamento positivo e iniziare ad adottare abitudini che, alla lunga, potranno fare la differenza nella gestione delle persone.

Sono molti i manager che credono che il dipartimento Amministrazione e Finanza si farà carico della gestione di ogni tipo di problema finanziario. Purtroppo non è così. L’azienda ha speso dei soldi per portare il management a lavorare per lei e si aspetta in cambio risultati anche economici. Proprio per questo motivo, un buon manager dovrebbe iniziare a valutare le proprie decisioni ed azioni anche da un punto di vista finanziario.

Se non si hanno le competenze adatte per fare tutti questi tipi di valutazione, occorrerà svilupparle al più presto mediante una buona formazione. Bisogna affidarsi a chi può davvero far raggiungere i risultati più alti al tuo business, con soluzioni immediatamente spendibili. La formazione è una delle quattro aree di business nelle quali opera la 4 M.A.N Consulting del dott. Roberto Castaldo.

Mira all’eccellenza della tua azienda! Contattaci subito su http://www.4mancons.it/it/contatti/.

Commenta
Condividi