Mantenere l'azienda "giovane" anche se il personale è sempre più over 50

Le tecniche di PNL possono aiutare l’impresa a restare competitiva e raggiungere il proprio target evitando l’autoreferenzialità.

Condividi

Castaldo (4MAN Consulting): indispensabile un’adeguata e continua formazione delle persone. Le tecniche di PNL possono aiutare l’impresa a restare competitiva e raggiungere il proprio target evitando l’autoreferenzialità.

La imprese italiane rischiano di diventare vecchie. Tra il 2004 e il 2012, infatti, gli occupati over 50 sono aumentati di 1,6 milioni, superando in molte aziende la percentuale di giovani impiegati stabilmente. Secondo una ricerca dell’Università Sapienza di Roma, tra il 2001 ed il 2021 si registrerà un calo del 26,7% dei lavoratori under 40, a cui corrisponderà un aumento del 17% della popolazione lavorativa di età 40-64 anni.

Questa situazione se, da un lato, ha il vantaggio di poter contare su personale con un know how decennale, presenta lo svantaggio di “invecchiare” l’azienda, rendendo talvolta complicato il dialogo con il proprio mercato di riferimento.

La società è in continua evoluzione, mutano abitudini, consumi e linguaggi, e trovare il modo giusto per proporsi al proprio pubblico e comprenderne i cambiamenti può risultare complicato senza una costante formazione e un continuo aggiornamento.

Per questa ragione, negli ultimi anni è aumentato il ricorso a consulenti esterni all’azienda e specializzati in PNL. Utilizzata da imprenditori, politici, sportivi, venditori e comunicatori in generale, la Programmazione Neuro Linguistica insegna a cogliere i segnali dal mondo esterno, a interpretarli sulla base di teorie mutuate da scienze come psicologia e sociologia, e volgerli, infine, a proprio favore.

Le tecniche di PNL consentono di sviluppare maggiore sicurezza e un atteggiamento proattivo, riuscendo a proporsi al meglio per raggiungere il proprio obiettivo.

“Riceviamo decine di richieste per i corsi di PNL da parte di imprenditori, venditori, ma anche giovani in cerca di lavoro”, ha commentato Roberto Castaldo, fondatore di 4 MAN Consulting e esperto in PNL. “Queste tecniche consentono di avere la necessaria elasticità mentale per comprendere l’evoluzione del proprio ambiente e adeguarsi di conseguenza. Ciò consente ai lavoratori più “maturi” di restare competitivi, di non chiudersi in un’inutile autoreferenzialità. A chi si affaccia per la prima volta nel mercato del lavoro consente di arrivare con una seppur minima preparazione, in quanto la PNL consente anche di vincere paure e incertezze, apparendo all’esterno sicuri di sé e delle proprie capacità”

“Negli ultimi anni -– ha concluso Castaldo –- abbiamo riscontrato una crescita della richiesta di corsi di questo tipo. Ciò è dovuto alla voglia di riscatto di molti imprenditori, che, stanchi di subire la crisi economica, vogliono rinnovare la propria attività, cercando delle opportunità per il proprio business, laddove prima vedevano solo minacce. Anche molte persone in cerca di lavoro scelgono di affrontare il colloquio sfruttando questo approccio, consapevoli del fatto che è indispensabile riuscire a comunicare il meglio di sé in quei preziosi 20 minuti di colloquio”.

Commenta
Condividi