Le 10 azioni che minacciano la tua produttività

Perchè c’è chi riesce a fare tutto e chi no durante la giornata? E una questione produttività, che viene messa in pericolo da questi comportamenti

Condividi

Tutte le persone, ogni giorno, hanno lo stesso numero di ore a disposizione per portare a compimento le loro azioni quotidiane, eppure molto spesso capita di trovarsi di fronte a risultati diversi: da un lato c’è chi, a fine giornata, riesce ad ottenere molti dei risultati che si era prefissato, portando a termine tutte le azioni pianificate, mentre dall’altro c’è chi non riesce mai a farlo, trovandosi di fronte alla spiacevole sensazione di non aver concluso nulla, perdendo solo del tempo prezioso.

Il più delle volte, questa sensazione negativa è legata ad una mancanza di produttività. Secondo la rivista inglese Time, ci sono dieci comportamenti sbagliati che ognuno di noi compie abitualmente e che portano ad un calo della produttività; riuscendo ad evitare queste trappole, la conseguenza sarà quella di non avere più la percezione, una volta tornati a casa dal lavoro, di aver perso l’intera giornata. (leggi anche www.4mancons.it/it/10-comportamenti-delle-persone-di-successo/).

Dunque attenzione a ciò che si fa prima e durante il lavoro, verificando tutte quelle situazioni che possono rappresentare una minaccia alla produttività.

  • Non bisogna controllare continuamente le mail; questo comportamento è sinonimo di ansia e depressione, che comportano un calo di produttività e la perdita di parte delle capacità mnemoniche. E’ possibile contrastare tutto ciò decidendo degli orari nei quali controllare la posta elettronica o, addirittura, impostare una mail di risposta automatica per far conoscere ai contatti i momenti nei quali si è reperibili
  • I meeting settimanali sono da abolire, perchè non portano a null’altro che ad una perdita di tempo. Parteciparvi significa perdere ore preziose di lavoro, per questo garantisce molta più produttività l’utilizzo di sistemi di condivisione dei documenti on-line per controllare i vari step di un progetto o i risultati raggiunti, senza creare alcun (improduttivo) intervallo di lavoro
  • Lavorare più di 8 ore provoca un vero e proprio tracollo in termini di produttività. Per aumentare la capacità lavorativa è bene tener conto di quante azioni vengono portate a termine in un certo lasso di tempo e cercare di migliorare la performance ottimizzando i diversi comportamenti. I risultati conseguiti saranno enormi e molto evidenti
  • Affrontare subito gli impegni più gravosi. Se si inizia la giornata con quelli meno importanti si arriverà a quelli che contano di più con una perdita di energia e produttività che porterà a fare un brutto lavoro. Per questo motivo bisogna sempre affrontate prima i problemi più gravosi e dopo, quando la concentrazione va a scemare, quelli più facili
  • Per fare colazione non si intende bere un caffè in fretta e furia prima di uscire di casa; bisogna abituarsi a fare una colazione sostanziosa ed equilibrata per affrontare la giornata con grande produttività
  • Bisogna dormire almeno 8 ore a notte. Riposare per un periodo minore e, soprattutto, prolungato nel tempo, darà come risultato una maggiore distrazione, un mal di testa cronico e un’ineluttabile abbassamento della soglia di produttività
  • Mai saltare la pausa-pranzo e mangiare lontano dalla scrivania, possibilmente anche fuori dall’ufficio. Cibi salutari, freschi ed equilibrati regaleranno la giusta carica di produttività per il pomeriggio
  • Concedersi una pausa è fondamentale, perchè permette di riordinare le idee e svagarsi, ritrovando la concentrazione e la produttività perduta. Una pausa, anche di pochi minuti, consentirà di diminuire gli errori, permetterà di riposare e, una volta tornati alla scrivania, permetterà di affrontare ciò che si stava facendo in maniera diversa
  • Non tutti i compiti della giornata hanno la stessa importanza, per questo motivo è bene concentrarsi su quelli che richiedono una produttività maggiore, perchè, nella maggioranza dei casi, saranno anche quelle che porteranno i maggiori risultati in termini di prestigio e guadagno. Meglio fare poco ma bene che tanto con poco risultato
  • Non bisogna fare troppe cose insieme, ma concentrarsi su una alla volta. Essere multitasking non significa avere una maggiore produttività, bensì essere più disattento e meno creativo. Facendo una cosa alla volta si ottengono molti più risultati.

Una mancanza di produttività è spesso legata alla cattiva gestione del tempo. Ciò che determina il successo di un business e di un imprenditore è la capacità di ottimizzare le proprie risorse per ottenere i più grandi risultati: questa è la mission della 4 M.A.N Consulting, società di consulenza aziendale fondata dal dott. Roberto Castaldo.

E’ il momento di ottenere ciò che hai sempre desiderato! Contattaci su www.4mancons.it/it/contatti/.

Commenta
Condividi