Il segreto della formazione

Riuscire a portare avanti la propria azienda in un clima di tale precarietà sta diventando impresa ardua, secondo i numeri infatti nel corso del 2014 hanno chiuso ben dieci mila aziende.

Condividi

La formazione come strumento per incrementare il fatturato

Riuscire a portare avanti la propria azienda in un clima di tale precarietà sta diventando impresa ardua, secondo i numeri infatti nel corso del 2014 hanno chiuso ben dieci mila aziende.

Secondo un sondaggio condotto da IMRicerche su un campione di 300 aziende, attraverso il metodo CAWI (Computer Assisted Web Interviewing), però si riscontra una netta differenza tra chi ha puntato sulla formazione e su chi no l’ha fatto.

Riuscire a rimanere aggiornati o a cambiare punto di vista aiuta a mantenere viva l’azienda, soprattutto quando a seguire i corsi di formazione sono i vertici aziendali. Dal sondaggio infatti risulta chiaro che solo un vero leader può motivare i dipendenti e renderli produttivi. Roberto Castaldo, formatore e fondatore di 4 M.A.N. Consulting spiega «Un capo chiuso nella propria autoreferenzialità non serve a nulla.

Al contrario, un leader carismatico che sappia diffondere una cultura aziendale unitaria e sia in grado di indirizzare i propri dipendenti, ha tutte le carte in regola per intraprendere la strada del successo.

Proprio per questo motivo, quando faccio attività di consulenza ad imprenditori consiglio sempre di fare corsi di aggiornamento per i propri lavoratori, così da mantenere competitiva la propria offerta, ma anche dei percorsi di coaching per quadri e dirigenti».

Bel il 70% degli intervistati considera la formazione uno strumento fondamentale per la crescita e lo sviluppo di un’impresa. Per il 28% degli imprenditori l’utilizzo di percorsi formativi ha portato direttamente ad un incremento del fatturato, tra il 10 e il 20%. Una percentuale minore, il 14% sostiene che l’incremento è arrivato addirittura al 50%.

Commenta
Condividi