Il Giornale delle PMI: "Come promuovere una PMI su Facebook"

Sempre più spesso si parla di quanto possa essere importante il buon utilizzo di Facebook al fine di promuovere il proprio business; tale discorso vale tanto per le aziende più grandi, le famose multinazionali (che, in verità, per la maggior parte già fanno un ottimo uso di tutti i sistemi di social networking), quanto, e soprattutto, per le piccole e medie imprese, quelle che, proprio per non farsi inghiottire dal potere delle prime, hanno bisogno più che mai di emergere e farsi notare nel mare magnum dell’imprenditoria.

Le piccole e medie imprese, in realtà, sono spesso spaventate dall’utilizzo di Facebook (e del web in generale) come strumento di promozione, condizionate dall’idea che canali così globali non siano adatti a realtà prettamente locali, mentre per i clienti è sempre più normale poter utilizzare l’online sia per comunicare con i grandi brand quanto con il “negozio” sotto casa.

Proprio Facebook, tra tutte le piattaforme social che esistono, si presenta come la più adeguata per questo tipo di comunicazione, perché richiama un pubblico più vasto e perché offre numerosi vantaggi anche, e soprattutto, per le piccole e medie imprese.

Ma quali sono le strategie più giuste da adottare?

Tutto può essere riassunto in questi 5 punti fondamentali:

1)      i video sono tra i contenuti che maggiormente attirano le interazioni e coinvolgono il pubblico, a maggior ragione se sono “originali” e caricati direttamente su Facebook, per questo motivo è bene farne un buon utilizzo. Non serve chissà che, può bastare anche un video girato con lo smartphone, l’importante è che sia di interesse per il target di riferimento. Lo stesso discorso vale per le foto, che devono essere reali, perchè donano personalità alla pagina, dandole un volto umano e non sofisticato,

2)      per mantenere l’“umanità” della pagina si possono utilizzare anche immagini dei clienti soddisfatti, chiedendogli esplicitamente di condividere tali contenuti. Un grande vantaggio di questa strategia è l’ampia visibilità che può provenire “taggando” le persone presenti nella foto,

3)      collaborare con altre piccole e medie imprese può portare grandi vantaggi, così come condividere e mettere in piedi delle iniziative promozionali: la pubblicità reciproca (non con i competitor, ovviamente) attraverso Facebook non può che essere un beneficio per tutti i partecipanti,

4)      Facebook permette agli utenti di lasciare delle recensioni sui prodotti e i servizi offerti dall’impresa, per questo è molto importante che vengano monitorate e che si risponda a tutte, sia a quelle positive che a quelle negative, senza farsi prendere dallo sconforto e dalla rabbia, né tantomeno dall’esaltazione, ma sempre mantenendo il giusto equilibrio,

5)      Facebook dà la possibilità di targettizzare in maniera molto approfondita le campagne ADS, per questo è bene impostarle con un raggio geografico particolarmente ristretto, in modo da raggiungere il pubblico utile anche con un budget non molto ampio a disposizione. Una delle ultime novità contemplate dalle ADS di Facebook è quella di creare annunci diretti a persone vicini alla propria impresa che si collegano al social tramite smartphone, un veicolo di promozione utilissimo, che può invogliare le persone a testare immediatamente i  prodotti offerti.

Roberto Castaldo
Fondatore 4 M.A.N Consulting

 

[http://www.giornaledellepmi.it/come-promuovere-una-pmi-grazie-a-facebook/]
Commenta
Condividi