I 5 errori da non commettere quando si prende una decisione

Cosa evitare quando c’è in ballo una decisione

 

Capita tutti i giorni, a chiunque di noi, di dover prendere una decisione, banale o importante che sia: cosa mangiare per cena, dove andare in vacanza, come investire i propri soldi, queste sono solo alcune delle questioni alle quali dobbiamo rispondere con una decisione, giusta o sbagliata che sia ce lo potrà dire solo il tempo.

Ovviamente, ogni decisione ha un peso diverso e, di conseguenza, porta un carico emotivo più o meno pesante a seconda della tipologia e delle persone coinvolte.

Prendere una decisione, e non solo una, è ciò a cui è chiamato ogni individuo che ricopre un ruolo di leadership, di prestigio e d’importanza, ma allo stesso tempo fatto di oneri e pressioni, come capita ad un manager o ad un imprenditore.

La spada di Damocle che pende sulla testa di un capo d’azienda non è certamente da poco: una decisione sbagliata può segnare la fine del suo business, cosa che, ovviamente, si ripercuote anche sui collaboratori, mentre una decisione giusta, che magari sembrare anche azzardata, può aprire le porte del successo e la conquista del mercato a discapito di quella che è la concorrenza.

Una decisione può cambiare le sorti di una vita, figuriamoci di un’impresa, per questo motivo è importante saperla affrontare nella maniera più giusta e serena possibile, in modo da evitare scivoloni dai quali può essere molto difficile rialzarsi (leggi anche http://www.4mancons.it/it/le-10-azioni-che-minacciano-la-tua-produttivita/).

Per questo motivo, abbiamo voluto analizzare quelli che sono i 5 errori più frequenti che si commettono nel momento in cui bisogna prendere una decisione.

  1. Il primo errore che si commette quando si prende una decisione è quello di…non prendere una decisione! Prendere una decisione, pur sbagliata che sia, è sempre meglio di non prenderla affatto. Ciò che ci frena dal prendere una decisione è la paura di sbagliare e di essere giudicati dagli altri, ma, fortunatamente, una decisione può essere sempre valutata e, se necessario, modificata. In ogni caso si tratta sempre di un’esperienza dalla quale trarre insegnamenti per il futuro. Quando non prendiamo una decisione speriamo che il problema si risolva da solo prima o poi, il che non accade mai, anzi, ciò che succede è che la paura che ci blocca aumenta fino a paralizzarci. Nella vita può capitare di prendere una decisione errata, ma non prenderne alcuna azzera ogni possibilità di successo.

  1. Il secondo errore è quello di rimandare una decisione, il che certamente ci farà intervenire troppo tardi, quando ciò che vogliamo fare non avrà praticamente più alcun senso. Una decisione, il più delle volte, è del tipo “ora o mai più”, per questo motivo è necessario sempre pensare all’oggi e alle conseguenze che la decisione può avere nell’immediato e non farsi cogliere dall’ansia del futuro, quando, invece, il sentimento all’ordine del giorno potrebbe diventare il rimpianto.

  1. Non delegare mai una decisione che ti riguarda a qualcun altro, soprattutto se l’oggetto in questione è il tuo business! Un’impresa non può avere futuro se non esiste un processo decisionale corretto, che certamente non significa coinvolgere il proprio socio o partner d’affari in ogni singola decisione, soprattutto se riguarda te e non il bene della tua azienda. E’ giusto consultarsi sulle decisioni strategiche, ma non è possibile attendere la risposta del tuo socio ad ogni singola questione. Prendere una decisione significa, per prima cosa, avere fiducia in se stessi e in quelle che sono le proprie capacità e, in secondo luogo, prendersi le proprie responsabilità, tenendo conto di quello che può accadere dopo.

  1. Non prendere mai una decisione quando sei in condizioni di forte stress, perchè sicuramente non sarai così lucido da poter prendere quella giusta. Lo stress altera il nostro equilibrio mentale, provocando uno stato emotivo confusionale che ci fa vedere le cose in maniera poco oggettiva, facendoci prendere una decisione basata su percezioni che sono del tutto errate. In questi casi il rischio di errori è altissimo.

  1. Non ignorare quelle che sono le tue emozioni; quando si prende una decisione le emozioni influiscono per il 95%, mentre il ragionamento e la razionalità solo per il 5%. Sono i nostri stati emotivi a comandarci e non la logica. Non credere di essere esente da questa statistica, evita di prendere una decisione sensata se prima non hai imparato a riconoscere ed affrontare le tue emozioni.

Ogni processo decisionale prevede una sequenza di azioni precisa, che parte dalla raccolta delle informazioni passando per l’elaborazione e la valutazione fino alla decisione finale. Chi ti può guidare nel prendere le scelte più giuste per la tua azienda è la 4 M.A.N Consulting, società di consulenza fondata dal dott. Roberto Castaldo.

Ottieni soluzioni concrete e spendibili nell’immediato! Contattaci su www.4mancons.it/it/contatti/.

Commenta
Condividi