Copywriting: i consigli pratici per vendere sul web Per leggere questo articolo impiegherai circa 1 minuto e 20 secondi

Si racconta una favola un po’ particolare: questa fiaba racconta che basta creare una pagina web che sponsorizza il proprio prodotto o il proprio servizio, per ritrovarsi sommersi di ordini. Ovviamente, a meno che tu non sia un bimbo, dovresti ben sapere che come tutte le favole non racconta la realtà.

Anche se, devo dire, che un fondo di verità ce l’ha.

Oggi come oggi, infatti, una pagina web non assicura ordine se questa non è perfettamente strutturata.

Ma che cosa vuol dire?

Molto semplicemente che:

  • Deve essere perfettamente chiara
  • Armonica nell’equilibrio tra testi e immagini
  • Inserita all’interno di una ben precisa strategia di marketing
  • Con un occhio di riguardo ai testi, che devono essere scritti in chiave copy

In questo post mi voglio concentrare unicamente su quest’ultimo elemento, fornendoti delle indicazioni pratiche e specifiche su come scrivere i tuoi “pezzi di vendita”.

Devi sapere che il copywriting è una disciplina ben definita, che si discosta per certi aspetti dal tipo di scrittura ch abbiamo studiato a scuola (insomma, quella con cui abbiamo a che fare quando leggiamo dei testi in formato carteceo). E questo per due ordini di motivi molto semplici. Il primo è che il supporto della scrittura web è diverso dalla scrittura su supporto cartaceo. Il che sembra una cosa scontata, ma deve essere presa seriamente in considerazione alla luce del fatto che leggere su di un monitor aumenta sino 50% la distrazione del lettore. Lo scopo della scrittura all’interno di un sito web che promuove prodotti e servizi ha uno scopo ben preciso: vendere!

Negli ultimi anni il copywriting ha fatto suo il corpus di molte altre discipline: dalla retorica alla Programmazione Neuro-Linguistica, dalle scienze della persuasione all’ipnosi (qui puoi trovare un articolo proprio su come è possibile ipnotizzare i lettori tramite la scrittura).  Ciò ha fatto in modo che questa disciplina si faccia di giorno in giorno sempre più complessa, specialmente alla luce del fatto che sono sempre più le aziende che si promuovono on line, e diventa sempre più imprescindibile l’uso di tutti gli strumenti possibili per differenziarsi agli occhi del consumatore, così come del mercato in generale.

Questo è il motivo per cui oggi è fondamentale avere un occhio di riguardo per la scrittura sul web.

Adesso passiamo ai consigli pratici che devi seguire quando scrivi i tuoi testi!

  1. Mettiti nei panni del consumatore

Chi è il tuo target? Se tu potessi immaginare il tuo cliente ideale, come lo immagineresti? Fallo già adesso, visualizzando mentalmente prima l’aspetto fisico, poi la formazione, i suoi studi, le sue abitudini, ecc. Quando questa immagine diventa sufficientemente chiara inizia a scrivere pensando che sia proprio lui il destinatario di ogni parola che butti giù. Molto spesso, infatti, chi scrive fa l’errore di pensa che il lettore sappia esattamente ciò che sa lui, che ha il suo stesso background, le sue stesse competenze, quando raramente così. Quindi scrivi in modo che per il tuo lettore ideale sia immediato comprenderti.

  1. Crea valore per i tuoi lettori

La domanda è semplice: perché diavolo dovrei leggere proprio te? Nel vastissimo mare delle rete ormai si trovano pagine e pagine su qualsiasi argomento, molto probabilmente anche su ciò che stai per scrivere tu. Quindi in che modo puoi differenziarti? In primo luogo devi fornire informazioni utili al lettore. Le informazioni utili al lettore sono quelle che: a) possono rispondere ad un dubbio, b) possono risolvere un suo problema. Tutto il resto è superfluo. Per rendere queste informazioni accattivanti strutturale in modo semplice, di modo che possano essere di facile comprensione.

  1. Vai subito al succo!

Visto che il tasso di distrazione nella lettura on line è così alto, bisogna scrivere andando subito al succo della situazione. Niente fronzoli, nessuna introduzione che non sia assolutamente indispensabile. Le persone, quando atterrano sulla tua pagina, hanno bisogno  di sapere delle cose, quindi digliele immediatamente. Dopo averlo fatto puoi continuare, andando ad argomentare o fornendo dei dati più specifici.

  1. Emoziona il lettore

La psicologia (e conseguentemente il neuro-marketing) hanno mostrato che ci compra non lo fa mai in modo razionale, ma in seguito ad un impulso emotivo. Insomma, quello che ci fa acquistare un prodotto piuttosto che un altro, ci fa rivolgere ad un professionista piuttosto che a un altro, sono le emozioni. Quindi fai in modo di emozionare il tuo lettore: puoi usare storie, aneddoti, fatti personali. Limitarsi a sterili informazioni, annoia in fretta il lettore e lo porta a leggere altro.

  1. Inserisci dati concreti

So che questo potrebbe andare in antitesi col punto precedente, ma per risultare affidabile e credibile è importante  che tu inserisca dati, fonti, statistiche e pareri autorevoli. In questo modo fai sì che ciò che scrivi non risulti essere solo una tua opinione, ma viene supportata da altri elementi, che aumentano l’autorevolezza dei tuoi testi.

È estremamente importante che tu ricordi che oggi il copywriting non funziona solo per il marketing diretto (ovvero con la creazione di testi che, in sostanza, dicono al lettore di comprare), ma anche attraverso content marketing (clicca qui, ho preparato per te un articolo con le strategie di maggiori successo negli ultimi 100 anni), ovvero quel marketing che mira a educare il consumatore sui propri prodotti.

Questo è un aspetto che noi della 4 MAN Consulting abbiamo molto a cuore, perché è fondamentale per il successo di un’azienda e per il suo personal branding.

Quindi, alla luce di ciò che abbiamo detto sino a questo momento: quando utilizzerai questi consigli che ti ho dato? E in che modo li applicherai?

E, se ti va, fammi conoscere i tuoi risultati!

Commenta
Condividi