Coaching e formazione: i segreti che fanno di un capo un buon leader e di un’azienda un’impresa di successo

Nel 2014 10.000 imprese italiane non sono riuscite a sopravvivere alla crisi e sono state costrette a chiudere, per un totale di 60.000 fallimenti dichiarati negli ultimi 5 anni. Sebbene gli esperti confortino con parole di cauto ottimismo, gli imprenditori italiani continuano a far fatica a portare avanti la propria impresa. In un contesto di criticità e incertezza, cosa distingue chi ce la fa da chi è costretto a chiudere?

Condividi

Nel 2014, 10 mila imprese hanno chiuso. Per sopravvivere alla crisi, la formazione è la chiave giusta per 70% degli imprenditori.

Nel 2014 10.000 imprese italiane non sono riuscite a sopravvivere alla crisi e sono state costrette a chiudere, per un totale di 60.000 fallimenti dichiarati negli ultimi 5 anni. Sebbene gli esperti confortino con parole di cauto ottimismo, gli imprenditori italiani continuano a far fatica a portare avanti la propria impresa. In un contesto di criticità e incertezza, cosa distingue chi ce la fa da chi è costretto a chiudere?

Secondo un sondaggio condotto da IMRicerche su un campione di 300 aziende attraverso il metodo CAWI (Computer Assisted Web Interviewing), la soluzione sembra essere nella formazione. Secondo il 70% circa degli intervistati, infatti, questa sarebbe uno strumento fondamentale per la crescita e lo sviluppo di un’impresa.

Il 28% degli imprenditori dichiara che l’aver intrapreso dei percorsi formativi all’interno della propria azienda ha consentito un incremento del fatturato tra il 10 e il 20%. Per il 14% degli intervistati, l’aumento è stato addirittura oltre il 50%. E’ importante, però, che la formazione non sia rivolta solamente ai dipendenti, ma anche e soprattutto ai vertici manageriali. Per riuscire ad intervenire su queste ultime, è necessario che alla guida dell’azienda ci sia un vero e proprio leader, in grado di motivare i propri collaboratori, analizzare e comprendere lo scenario e intervenire proattivamente.

“Un’impresa non è costituita dai suoi prodotti o dei servizi erogati, ma dalle persone che ne fanno parte, ed è su queste che si deve intervenire per avere dei risultati migliori. – Ha dichiarato Roberto Castaldo, formatore e fondatore di 4 M.A.N. Consulting. – E’ indispensabile che ognuno abbia il know how necessario a portare a termine il proprio compito al meglio, ma è al tempo stesso importante che ogni individuo si senta adeguatamente motivato e parte integrante di un gruppo.”

Commenta
Condividi